VIENI A CONOSCERE I MIEI PERSONAGGI

Tutto quello che c'è da sapere sulle mie storie e la serie MM Sotto la superficie "Per il mio paese sono un eroe, e gli eroi non sono gay"

Come l’aurora, Sotto la superficie vol. 4

La quadrilogia Sotto la superficie giunge al termine con il quarto e ultimo volume, Come l’aurora. Un titolo che non ho scelto a caso, perché dopo le ombre, le maschere e le bugie, è il momento di lasciar trionfare l’amore e la verità. Non vi anticipo altro, vi lascio la trama e, come al solito, alcuni estratti. Una cosa però ve la dico: questi personaggi già mi mancano! Link acquisto Amazon Link acquisto Kobo

Titolo: Come l’aurora, Sotto la superficie vol. 4

Autrice: Ilari C.

Editore: self-published

Genere: mm romance contemporaneo

Data di uscita: 15 novembre 2019

Prezzo: ebook 3,99 – cartaceo (da definire, potete contattare l’autrice)

Link al blog con info sulla serie: www.ilariclibri.wordpress.com

Contatto Instagram: ilariclibri

Cover Come l'aurora

Trama:

Dopo aver ceduto al ricatto di Alain per salvare Cristian, Samir è totalmente nelle sue mani. Ancora alle prese con la sua personale battaglia per disintossicarsi dagli antidolorifici, dovrà tentare di resistere alle pressanti richieste del suo ex amante per non sprofondare sempre più giù. Ma forse non tutto è perduto e potrebbe ricevere un aiuto insperato: qualcuno da tempo tiene d’occhio Alain e i suoi traffici…

Cristian è tornato a Roma con il cuore a pezzi, deciso a mettere, per una volta, se stesso al primo posto. Samir è l’uomo che l’ha tradito, e lui vuole andare avanti, anche se sa che dimenticarlo sarà difficile. Per farlo, però, ha bisogno di chiarezza e forse deve cominciare da se stesso e da quello che l’opinione pubblica sa di lui.

Il destino li farà ritrovare a Parigi a un anno esatto dal loro ultimo confronto. L’indifferenza di fronte a chi si è tanto amato è impossibile, ma le ferite del passato non possono essere cancellate da un incontro appassionato, fino a quando un terribile e imprevisto evento mescola ancora le carte in tavola.

Riusciranno Cristian e Samir a risorgere dopo la notte più buia e a far risplendere il loro amore alla luce del sole, come l’aurora?

Come l’aurora conclude la quadrilogia Sotto la superficie, e come i precedenti volumi è un romance MM (gay) contemporaneo adatto a un pubblico adulto.

Vi lascio due piccoli estratti:

«L’udienza sta per iniziare». Matt diede un’occhiata al suo orologio. «Puoi rimanere qui o farti riportare a Primrose Hill».

«Voglio ascoltare quello che dice», rispose Samir.

«Non è solo un modo per farti del male?»

Samir odiò il modo in cui Matt gli leggeva dentro. Due anime sofferenti si riconoscevano e loro due non facevano eccezione.

«Ho bisogno di sapere se ha deciso di trascinarmi in uno scandalo e devo farlo subito. Non sarei in grado di aspettare a casa». In fondo era la verità. Temeva che Alain dicesse a tutti di loro due, di quello che facevano in Belgio o peggio che si inventasse che stavano ancora insieme. Essere accostato a lui gli faceva ribrezzo. Ricordò quando a Regent’s Park aveva osservato Cristian sul limitare del roseto, investito dalla luce del sole che esaltava la sua bellezza, il suo sorriso dolce, il momento esatto in cui era stato tentato di prenderlo tra le braccia e di baciarlo in pubblico per la prima volta. Allora si era finalmente sentito libero, libero dalla dipendenza delle pillole, dal ricordo ingombrante di suo padre, del suo personale labirinto di vetro. Libero di amare Cristian e di essere felice con lui senza più ombre. Allora non gli importava più di quello che la gente avrebbe pensato, e questo non significava che avrebbe sbandierato il suo amore, ma semplicemente che non si sarebbe più nascosto. Essere accostato ad Alain, invece, gli faceva provare le stesse sensazioni di quando anni prima era stato oggetto della stampa scandalistica: vergogna, paura, il ricordo indelebile di aver fatto qualcosa di sbagliato.

Posò la mano sulla maniglia dello sportello. «Andiamo», disse con decisione.

                                                                            *******

Questo lo potevano fare. Solo sesso, come era accaduto le prime volte e come forse doveva continuare a essere, prima che i sentimenti sconvolgessero la sua vita. Era ironico, no? Adesso tutti sapevano che a loro due piacevano gli uomini, ma ugualmente i loro incontri dovevano rimanere segreti. Il loro amore aveva il gusto del peccato e della sofferenza. Un gusto a cui entrambi si erano abituati e che nessun altro, in camera da letto e fuori, avrebbe potuto eguagliare. Cristian lo realizzò in quel momento, mentre nudo, esposto, vulnerabile, eppure potente, lasciava che Samir affondasse dentro di lui con tanto vigore da far quasi male. Qualcuno a casa l’attendeva, la donna che aveva lenito le ferite del suo cuore, che ne aveva rimesso insieme i pezzi come un vecchio vaso giapponese intarsiato di oro. Ma erano pur sempre cocci. Solo nelle mani di Samir il suo cuore era intero.

search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close